SALDI ESTIVI + REGALO GRATUITO CON UNA SPESA DI OLTRE 100 EURO
£0.00 0
Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Continua lo shopping

10 fatti sul CBD

Olio di canapa con semi e foglie di marijuana

Indice dei contenuti

La cannabis ha una storia lunga e contorta, e solo nell'ultimo decennio circa i prodotti a base di CBD stanno entrando nel mainstream sotto forma di integratori per il benessere come oli e additivi.

Oggi il CBD sembra essere ovunque, dai negozi di salute agli studi di yoga. Ma la sua crescente popolarità ha prodotto un eccesso di informazioni, alcune delle quali possono essere estremamente fuorvianti. Pertanto, è fondamentale ottenere le informazioni da una fonte affidabile e appassionata di questo meraviglioso cannabinoide.

Quindi, se siete alla ricerca di informazioni precise sul CBD, siete nel posto giusto. Continuate a leggere e vi sveleremo dieci informazioni essenziali per migliorare la vostra conoscenza del CBD.

1. Il CBD non fa sballare, mentre il THC sì.

Nonostante l'impennata di popolarità del CBD a livello mondiale, si sa relativamente poco su questo cannabinoide. Una domanda che viene posta di continuo è: "Il CBD fa sballare?".

In poche parole, la risposta è no. Non è così.

Il composto psicoattivo associato allo sballo da marijuana è THC. Il CBD, invece, ha un effetto completamente diverso sull'organismo, che in genere riguarda il sollievo dal dolore e il controllo delle crisi.

Tuttavia, questo non significa che il CBD non sia psicoattivo.

2. CBD è effettivamente psicoattivo

Classificati regolarmente come "non psicoattivi" e "non psicotropi", molti "fatti" sul CBD possono essere molto fuorvianti. Ciò che si cerca di trasmettere quando si usano questi termini - inavvertitamente o meno - è che il CBD non provoca gli effetti euforici osservati nei consumatori di THC. Tuttavia, anche se il CBD non vi farà "sballare", influisce sull'ECS, che è uno dei principali sistemi di regolazione dell'organismo. In questo modo, il CBD altera il rilascio di neurotrasmettitori in tutto il corpo, allineandosi così alla definizione ufficiale di "psicoattivo".

Alla luce di queste reale fatti, è forse più corretto riferirsi al CBD come "non inebriante".

3. Il corpo umano produce cannabinoidi - e il CBD aiuta

Come abbiamo discusso in BP1Il nostro sistema endocannabinoide (ECS) si basa su endocannabinoidi prodotti naturalmente dal nostro corpo. Un esempio è l'anandamide, o "molecola della beatitudine", il cui nome deriva dalla parola sanscrita che significa felicità, gioia o beatitudine. Si chiama così perché si lega al recettore CB1, la cui attivazione porta a processi di pensiero più elevati e a una maggiore consapevolezza. depressione rilievo.

Il CBD, invece, è un fitocannabinoide derivato dalle piante, ovvero canapa e marijuana.

Russo (2001) ha avanzato una teoria che suggerisce che i cannabinoidi di origine vegetale come il CBD potrebbero essere la risposta per riequilibrare il nostro sistema ECS, in modo simile a come frutta e verdura sono necessarie per mantenere una dieta sana ed equilibrata.

4. Il CBD annulla gli effetti di dipendenza di altre droghe

Uno studio del 2013 condotto sui ratti ha rilevato che il CBD può potenzialmente bloccare gli effetti di dipendenza di oppiacei altamente tossicomanici come la codeina e la morfina, annullando i loro effetti piacevoli.

Inoltre, un recente rapporto pubblicato sulla rivista, Abuso di sostanze: Ricerca e trattamentoha rilevato che gli Stati americani che hanno implementato programmi di marijuana medica hanno osservato una riduzione di 25% delle overdose da oppioidi.

5. I coltivatori di cannabis coltivano piante ad alto contenuto di CBD

Come abbiamo spiegato in BP1, non tutte le varietà di cannabis sono create allo stesso modo. Un numero crescente di coltivatori di cannabis sta utilizzando il metodo dell'incrocio per creare varietà che contengono alti livelli di CBD per coloro che cercano gli effetti naturali del composto, pur rimanendo lucidi.

6. L'effetto entourage

Il effetto entourage è un fenomeno in cui gli oltre 400 composti della pianta di cannabis lavorano insieme per produrre un effetto sinergico sull'organismo.

Un altro esempio è quello degli integratori di vitamina C. Numerosi integratori di vitamina C si presentano sotto forma di acido ascorbico; tuttavia, questo è solo uno dei tanti composti che compongono la vitamina C. Per un'efficacia ottimale, la vitamina C deve essere presente insieme a molti altri composti.

Nel caso del CBD, si è ipotizzato che l'effetto di accompagnamento possa aumentare i suoi potenziali benefici per la salute. Qui da Canavape troverete una vasta gamma di prodotti a base di CBD a spettro completo, tra cui cera infusa di terpeni in briciole, ceppo specifico e-liquidi con CBGe altro ancora.

7. Il metodo di estrazione determina la qualità del CBD

Il CBD è estratto dalle foglie, dai fiori e dagli steli delle piante di cannabis, e viene comunemente effettuata tramite estrazione con solventi.

In genere, un solvente viene fatto passare attraverso la pianta per separare i composti attivi in materiali vegetali sfusi. I composti ottenuti - cannabinoidi, terpeni e altro - vengono poi raccolti come olio e ulteriormente lavorati.

Il metodo di estrazione utilizzato influisce direttamente sulla qualità del prodotto ottenuto e, in ultima analisi, sul prodotto acquistato. Di seguito sono riportate due forme comuni di estrazione del CBD, da quelle di fascia alta a quelle di fascia bassa.

Estrazione di alto livello

Anidride carbonica (CO2) è ampiamente considerato il processo principale per creare estratti ricchi di CBD. Il metodo esercita un'elevata pressione sul livello di CO2 mantenendo una bassa temperatura. L'alta pressione fa sì che il gas si trasformi in liquido, prima di passare attraverso il materiale vegetale e produrre un estratto di olio totalmente puro con un tasso medio di efficienza di estrazione di 90%.

Estrazione di fascia bassa

I solventi di bassa qualità più comuni sono l'etanolo e il butano. Sebbene il primo estragga l'intera gamma di cannabinoidi e terpeni della pianta, estrae anche la clorofilla, che può essere problematica in quanto gli esseri umani non hanno l'enzima per metabolizzare questo composto.  Sebbene sia possibile filtrare l'estratto per rimuovere la clorofilla, ciò tende a ridurre notevolmente la potenza dell'olio.

Il butano, invece, produce un olio più potente dell'etanolo, ma è più probabile che contenga solventi irritabili che colpiscono i polmoni.

Il processo di estrazione dei solventi di cui sopra prevede l'aggiunta del liquido alla pianta, che ne sottrae i cannabinoidi e l'aroma. Durante questo processo, tuttavia, spesso si perde la colorazione verde.

Pertanto, i metodi di fascia bassa sono proprio questi, in quanto producono prodotti meno potenti e potenzialmente irritabili.

8. Le celebrità che sostengono il CBD sono in aumento

Il numero di celebrità che usano il CBD è in aumento. Ma pochi hanno parlato con tanta passione del composto come la seguente triade di sostenitori.

Seth Rogen

Dopo aver recentemente lanciato la sua azienda di cannabis, Houseplant, nel suo paese natale. CanadaIl sostegno di Seth Rogen ai rimedi a base di marijuana continua a crescere. Oltre a essere un conoscitore della cannabis e del CBD, l'organizzazione no-profit di Rogen, "Hilarity for Charity", sensibilizza sui progressi compiuti per quanto riguarda il potenziale trattamento del CBD nel morbo di Alzheimer.

Tom Hanks

Sapevate che Forrest Gump in persona è un appassionato sostenitore della CBD? Tom Hanks, il famoso attore di Hollywood, ha provato per la prima volta Olio di CBD per calmare il suo ansiasostenendo poi che "i benefici dell'olio di CBD sono diversi da qualsiasi pillola o farmaco".

Inoltre, nel 2018 Hanks ha collaborato con un team di ricerca della Cornell University per studiare come il CBD possa aiutare le persone affette da diabete di tipo 2.

Whoopi Goldberg

Sostenitrice della cannabis e del CBD, Whoopi Goldberg ha recentemente co-fondato un marchio di CBD medico, Whoopi & Maya, che offre alle donne sollievo dai disagi mestruali.

Goldberg ha dichiarato: 'Ero solita stare sotto il tavolo con i miei crampi, e mia figlia e le mie nipoti sono allo stesso modo. Con tutti questi prodotti [CBD] diversi, non c'era qualcosa per le donne. Questo la dice lunga su di noi come nazione".

In un colpo solo, Whoopi ha usato il suo status di celebrità per far progredire il movimento CBD e, allo stesso tempo, per dare potere alle donne di tutto il mondo.

9. Il CBD non è solo per il trattamento dei disturbi

Le persone tendono a integrare il CBD nella loro vita quando devono affrontare problemi di salute. Tuttavia, le proprietà botaniche del CBD favoriscono la regolazione dell'ECS.

Inoltre, l'olio di CBD è una fonte naturale di molte vitamine e minerali, come le vitamine del complesso B, la vitamina C e il magnesio, mentre contiene anche proteine e acidi grassi essenziali.

Pertanto, integrare l'ECS con cannabinoidi come il CBD è un modo potenziale per mantenere una salute ottimale.

10. Esiste un'ampia gamma di modi per assumere il CBD

Non è necessario svapare per introdurre il CBD nella propria vita. In effetti, ci sono più modi che mai per beneficiare dei suoi effetti positivi, dato che il cannabinoide sta diventando sempre più popolare. Alcuni metodi popolari di assunzione del CBD includono l'uso di olio di CBD, capsule orali, cera per dabbing e crema topica.

 

 

Si prega di notare: Questo blog riflette dati storici precedenti ai recenti cambiamenti nelle leggi sui cannabinoidi, nelle normative sulla cannabis medica e in alcuni dei nostri migliori nomi di prodotti CBD, dosaggi e formulazioni. Questi blog storici rimangono come riferimento dopo l'aggiornamento del nostro sito web, ma potrebbero contenere informazioni obsolete. Scoprite i nostri prodotti CBD e cannabinoidi legali aggiornati per la migliore esperienza CBD. 

Condividi: