10% DI SCONTO + OMAGGIO PER ORDINI SUPERIORI A 100 €
£0.00 0
Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Continua lo shopping
Come possiamo aiutarvi?

Come funziona la cannabis medica

La cannabis terapeutica, nota anche come marijuana medica, ha guadagnato una notevole attenzione negli ultimi anni per i suoi potenziali benefici terapeutici. Ma come agisce esattamente nell'organismo per dare sollievo a varie condizioni mediche?

Per capire come funziona la cannabis terapeutica, è importante innanzitutto comprendere il sistema endocannabinoide (ECS) nel nostro corpo. L'ECS è un complesso sistema di recettori, enzimi ed endocannabinoidi che svolge un ruolo cruciale nella regolazione di vari processi fisiologici, come l'umore, l'appetito, la sensazione di dolore e la memoria.

Quando si consuma la cannabis, i suoi composti attivi, noti come cannabinoidi, interagiscono con la ECS. I due principali cannabinoidi presenti nella cannabis sono il tetraidrocannabinolo (THC) e il cannabidiolo (CBD). Il THC è il composto psicoattivo responsabile dello "sballo" associato alla cannabis, mentre il CBD non è psicoattivo e ha dimostrato di avere diverse proprietà terapeutiche.

Quando il THC si lega ai recettori dei cannabinoidi nel cervello e nel corpo, può produrre una serie di effetti, tra cui sollievo dal dolore, rilassamento ed euforia. Per questo motivo la cannabis terapeutica viene spesso utilizzata per alleviare i sintomi del dolore cronico, dell'ansia e dell'insonnia.

Il CBD, invece, interagisce con la ECS in modo diverso. Non si lega direttamente ai recettori dei cannabinoidi, ma ne modula l'attività. È stato dimostrato che il CBD ha effetti antinfiammatori, ansiolitici e neuroprotettivi, il che lo rende una scelta popolare per il trattamento di patologie quali epilessia, PTSD e sclerosi multipla.

Oltre al THC e al CBD, la cannabis contiene oltre 100 altri cannabinoidi, oltre a terpeni e flavonoidi, che contribuiscono anch'essi ai suoi effetti terapeutici. Questi composti lavorano insieme in quello che è noto come "effetto entourage", potenziando l'efficacia complessiva della pianta.

È importante notare che gli effetti della cannabis medica possono variare a seconda dell'individuo e della varietà o del prodotto specifico utilizzato. Trovare il giusto dosaggio e il metodo di somministrazione sono fondamentali per massimizzare i benefici e ridurre al minimo i potenziali effetti collaterali.

In generale, la cannabis medica agisce interagendo con il sistema endocannabinoide dell'organismo per modulare vari processi fisiologici e dare sollievo a un'ampia gamma di condizioni mediche. Con la continua crescita della ricerca sulla cannabis, crescerà anche la nostra comprensione del suo potenziale come potente agente terapeutico.

Le informazioni fornite in questo articolo hanno uno scopo puramente educativo e non intendono promuovere alcun prodotto specifico. Nessuno dei nostri prodotti è progettato per il trattamento, la prevenzione o la cura di qualsiasi malattia. Questo contenuto non deve essere considerato come un consiglio professionale o medico. Per informazioni specifiche, consultare un esperto qualificato.

Indice dei contenuti

Inserite il vostro nome e la vostra e-mail per avere la possibilità di vincere un premio in confezione regalo del valore di 420 sterline. I vincitori saranno annunciati a maggio. Si applicano i T&C.

Facendo clic su "Iscriviti", si accede alle comunicazioni di marketing via e-mail di Canavape. Visualizza il nostro Informativa sulla privacy.

Grazie per aver aderito!

Ecco il codice sconto di 5 sterline:
CNVP5OFF