SALDI ESTIVI + REGALO GRATUITO CON UNA SPESA DI OLTRE 100 EURO
£0.00 0
Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Continua lo shopping

Origini e storia del CBD

Piantagione industriale di canapa. Pianta di cannabis che cresce all'aperto, illuminata dalla luce calda del mattino. Olio di cannabis cannabidiolo con pianta di marijuana. Concetto di CBD

Indice dei contenuti

Il CBD, uno dei principali cannabinoidi presenti nella pianta di cannabis, ha una lunga e interessante storia di utilizzo da parte dell'uomo, con il primo L'uso documentato di medicine derivate dalla cannabis risale al 2737 a.C., quando l'imperatore cinese Sheng Nung usava il tè infuso di cannabis per una varietà di disturbi, tra cui malariareumatismi, e gotta. Più recentemente, a cavallo del 20th secolo Regina Vittoria si ritiene che abbia usato il CBD per alleviare i crampi mestruali durante il suo regno.

Nonostante questi esempi storici, decenni di proibizione della cannabis hanno oscurato la percezione pubblica del CBD, ed è comprensibile che molti pensino che i potenziali benefici terapeutici del CBD siano una scoperta recente. Tuttavia, come probabilmente sosterrebbero l'imperatore Nung e la regina Vittoria, non è così. 

Storia della cannabis

Solo nel 1839 il ricercatore medico irlandese, William B. O'Shaughnessyha pubblicato uno studio che ha analizzato i potenziali effetti terapeutici della pianta, esplorando gli effetti di base della cannabis e descrivendo in modo approfondito le sue potenziali applicazioni mediche, in particolare come anestetico.

Sebbene all'epoca fosse controverso, lo studio di O'Shaughnessy ha ispirato altri scienziati a considerare le applicazioni mediche della cannabis.

Prima della ricerca sul CBD, tuttavia, la cannabis era richiesta principalmente per il suo THC e la potenza, spingendo generazioni di allevatori a coltivare varietà di cannabis per ottenere il massimo di THC, l'agente psicoattivo della pianta.

Tuttavia, quando gli allevatori hanno iniziato a testare i ceppi di cannabis utilizzando la gascromatografia, si sono presto resi conto di aver inconsapevolmente eliminato il CBD dal pool genetico; ciò ha spinto i ricercatori a spostare i loro focus ai potenziali benefici medici del CBD.

La scoperta dei cannabinoidi

I progressi della ricerca e della tecnologia hanno presto rivelato la presenza di composti nella cannabis. Robert S. Cahn scoprì CBN nel 1940 e due anni dopo Roger Adams isolò il primo cannabinoide, il CBD. In seguito, le ricerche di Adams scoprirono anche il THC.

Prima di queste scoperte, gli scienziati avevano una comprensione limitata della struttura dei cannabinoidi. Nel 1964, Raphael Mechoulam ha dissociato il CBD dall'essere un composto che altera la mente, e lo stigma che circondava il CBD potrebbe aver iniziato a scomparire. Nel 1980, Mechoulam ha condotto uno studio sull'applicazione del CBD per il trattamento dell'epilessia. Dopo aver somministrato 300 mg di CBD a un gruppo di 8 persone per quattro mesi, la metà dei soggetti ha cessato le crisi, mentre gli altri hanno registrato un drastico calo. Tuttavia, a causa dello stigma, queste scoperte non sono state rese pubbliche.

Modifiche legislative e figure di spicco

Nel 1996, in California fu approvata la legge sull'uso compassionevole e l'interesse per il CBD iniziò a crescere costantemente. Due anni dopo, il governo britannico autorizzò un'azienda farmaceutica a sviluppare un estratto preciso e coerente da utilizzare negli studi clinici, dopo aver convinto il Ministero degli Interni di poter produrre un farmaco a base di cannabis con un effetto psicoattivo minimo o nullo.

Nel frattempo, gli allevatori di tutto il mondo hanno iniziato a sperimentare maggiormente le varietà di cannabis ricche di CBD e nel 2009 sono state testate alcune delle prime varietà ad alto contenuto di CBD utilizzando la gascromatografia.

Stephen DeAngelo, direttore dell'Harborside Health Centre in California, ha esortato due ex coltivatori di cannabis a padroneggiare le tecniche di gascromatografia perché tutti i laboratori di analisi della zona si sono rifiutati di testare il contenuto di cannabis dell'Harborside.

Per la prima volta nella storia del consumo umano di cannabis, ai consumatori sarà fornita una valutazione scientifica della sicurezza e della potenza dei prodotti prima di ingerirli", ha dichiarato nel 2009.

Un decennio prima, il giornalista Fred Gardner aveva iniziato a occuparsi di CBD e successivamente aveva fondato Progetto CBD - un'organizzazione senza scopo di lucro risorsa online dedicata alla promozione e alla divulgazione della ricerca sugli usi medici del CBD.

Gardner chiedeva ai coltivatori di informarlo ogni volta che una pianta risultava avere un elevato contenuto di CBD, il che avveniva solo una manciata di volte. Ogni volta li incontrava per incoraggiarli a continuare a propagare la pianta da cui proveniva il campione. Comprensibilmente, all'epoca si trattava di una vendita difficile, perché i consumatori erano percepiti come persone in cerca di euforia o sedazione.

Alla fine sono stati prodotti ceppi di allevamento "stabilizzati" e costantemente ricchi di CBD - il rapporto CBD/THC variava tra 1:1 e 18:1.

Alimentata dal movimento di legalizzazione negli Stati Uniti, la coltivazione della cannabis CBD ha subito un passaggio dalla selezione per l'estrazione a quella per l'alto CBD per i fumatori di cannabis che cercano ceppi diversi nei loro rapporti di cannabinoidi.

Il futuro del CBD

Prodotti a base di CBD come oli, e-liquidiIl CBD sta raggiungendo una sorta di apice culturale, grazie alla disponibilità di balsami e altro nei mercati di tutto il mondo.

Sebbene la percezione del CBD sia progredita notevolmente nel corso degli anni, non è ancora del tutto normalizzata a livello globale e ci sono ancora molti che si oppongono al CBD e ad altri composti derivati dalla cannabis.

Affinché il CBD raggiunga il suo pieno potenziale e cambi la vita di quante più persone possibile, c'è ancora molto lavoro da fare. Sebbene ci siano molte sfide da affrontare, la forza della comunità del CBD ha dimostrato che un futuro più tollerante al CBD è più che realizzabile.

Si prega di notare: Questo blog riflette dati storici precedenti ai recenti cambiamenti nelle leggi sui cannabinoidi, nelle normative sulla cannabis medica e in alcuni dei nostri migliori nomi di prodotti CBD, dosaggi e formulazioni. Questi blog storici rimangono come riferimento dopo l'aggiornamento del nostro sito web, ma potrebbero contenere informazioni obsolete. Scoprite i nostri prodotti CBD e cannabinoidi legali aggiornati per la migliore esperienza CBD. 

Condividi: